domenica 24 agosto 2008

Ferrata delle Guide 2° Parte - Gressoney - Valle d'Aosta - ITALIA

Data escursione: 24 Agosto 2008
Quota base ferrata (m.): 1624
Quota sommità ferrata (m.): 2107
Dislivello (m.): 483
Sviluppo ferrata (m.): 750
Dislivello avvicinamento (m.): 0
Difficoltà: MD (molto difficile)
Località partenza: Gressoney La Trinitè ( Aosta - Valle d'Aosta )
Partecipanti: Io e Roberto

Fedeli al "nodo al fazzoletto" che avevamo fatto pochi giorni fa, eccoci belli carichi per affrontare la ferrata completa con anche il secondo tratto giallo.
Questa volta nessun problema al primo attacco (ormai lo conosco), e bella salita senza particolari segnalazioni fino al ripetitore. (vedi descrizione precedente)

Ed eccoci finalmente al ponte tibetano su un bel canyon di oltre 150metri da dove osserviamo il secondo tratto per studiarcelo un pò.
Parte per primo Roberto. Gli dico che avrei iniziato il ponte quando lui fosse arrivato dall'altra parte ma l'adrenalina e l'eccitazione non mi fanno attendere e quando lui è a metà ponte comincio anche io. Infatti quando Roberto giunge dall'altra parte e si gira per avvisarmi di partire mi trova praticamente li attaccato.
Non c'è nulla da fare. I ponti tibetani proprio non li sopporto e l'ho praticamente fatto di corsa.

Ci facciamo 4 risate per scaricarci e siamo pronti a salite "tutti di braccia"

Vista da qui la parete rivela le difficoltà che già ammaginavamo da lontano.
Bisogna prima salire verticalmente e poi spostarsi a dx ed affrontare un traverso di circa una ventina di metri che sale di circa 10m tutto strapiombante (oltre 50metri) e poi un piccolo tettuccio da superare. I ferri per la mani sono molto distanti e per i piedi ci si appoggia sulla roccia. Facciamo questo primo tratto tutto d'un fiato e poi ci assicuriamo al primo gradino utile dopo il tettuccio per riposare un pò le braccia.
Saliamo ancora in verticale e bisogna ancora superare altri due strapiombi.
Il secondo permette di scavalcare un bel tetto superato il quale ci si trova sull'ampio spazio erboso della baite Bodma dove finisce la fatica.

Siamo stanchi ma soddisfatti. Ce l'eravamo promessa e l'abbiamo fatta.

Rientriamo dal ripido sentiero fino alla macchina

Per tutti i dettagli su questa ferrata vedi Ferrata delle Guide

4 commenti:

Marco ha detto...

ciao,
come tempistiche quanto ci avete messo? è una ferrata che vorrei fare appena le condizioni sono buone.

ciao!

Anonimo ha detto...

Bel blog.
Complimenti. Ti seguiro d'ora in poi.
Ciao

Abond ha detto...

Ciao,
se non ricordo male circa 1h-1h10" per il primo tratto fino al ponte tibetano e 25"-30" per il secondo tratto giallo.
Da quello che mi hanno detto anche per il secondo tratto rosso (quello sulla SX che non abbiamo fatto) ci vogliono 25"-30".
Poi essendo considerata molto difficile dipende tanto dall'allenamento.
Penso che scalatori come te (da quello che ho letto sul tuo blog) ci mettano molto meno.
Per il rientro col sentiero conta circa 30"

Ciao e alla prossima.

Abond ha detto...

Grazie Anonimo!